Ferrari 641/2 F1 1990 Nigel Mansell 1:18

180,29 €

GP35B

Nuovo prodotto

disponibile

  • Novità Assoluta
  • F1 1990
  • Nigel Mansell
  • Edizione Limitata
  • Da Collezione

Ferrari 641/2 F1 1990 Nigel Mansell 1:18 (GP Replicas GP35B)

La Ferrari 641 F1, conosciuta anche come F1-90 è una monoposto da competizione prodotta dalla Scuderia Ferrari, che partecipò al campionato mondiale di Formula 1 1990.

Questo modello fu a disposizione del campione del mondo in carica, il francese Alain Prost, e dall'inglese Nigel Mansell;

con tale monoposto la Ferrari ritornò a competere, con Prost, per il titolo mondiale dopo anni di digiuno, e sempre con il transalpino ottenne a Le Castellet la sua vittoria numero

cento nelle gare della massima serie.

Durante la stagione l'auto venne evoluta in una versione aggiornata e identificata come 641/2, pur se altri non era che una F1-90 più affinata.

Oltre che per la sua competitività, la vettura è ricordata per la bellezza e l'armoniosità delle sue forme, che ne hanno fatto una delle monoposto di F1 più apprezzate di sempre:

la 641/2 è tuttora l'unica auto da competizione, e una delle sole sei automobili, entrate a far parte della collezione storica del Museum of Modern Art di New York.

La 641 F1 aveva un'impostazione meccanica e aerodinamica tipica delle monoposto Ferrari a cavallo degli anni 1980 e 1990.

Il progetto iniziato nel 1989 da John Barnard, ex direttore tecnico della McLaren, venne portata a termine dal nuovo direttore tecnico Enrique Scalabroni assieme al nuovo

arrivato Steve Nichols, quest'ultimo già all'opera sull'imbattibile McLaren MP4/4 del 1988, sotto la supervisione del direttore sportivo Cesare Fiorio.

Uno dei punti di forza di questa vettura era la semplicità della linea.

Aerodinamicamente era molto valida in quanto era stata disegnata in modo armonioso e non necessitava

Visivamente somigliava parecchio alla sua progenitrice 640 ma, rispetto a questa, le linee erano meno tese e più smussate; in particolare nel musetto di nuova concezione, e

nelle prese d'aria laterali per il raffreddamento di motore e radiatori.

Le pance laterali, molto basse, avevano la tipica conformazione a "cassa di violino", dunque molto tondeggianti, le quali partivano dalle prese d'aria laterali, si allargavano fino a

3/4 vettura, e poi stringevano verso il retrotreno, creando la cosiddetta forma a "Coca-Cola" e terminavano sulla scatola del cambio.

Il corpo-vettura della monoposto, dalla linea sinuosa e tondeggiante, veniva ritenuto molto efficace aerodinamicamente.

Gli alettoni non avevano dimensioni esagerate, soprattutto rispetto ai concorrenti (ad esempio l'ala posteriore della McLaren), e ciò è indice di una migliore efficienza

aerodinamica del corpo vettura, il quale da solo riusciva a fornire una sufficiente deportanza e a offire di conseguenza un'ottimale tenuta di strada.

Questa affermazione è ancora più vera, se si va a osservare il profilo estrattore: anche in questo caso quello della Ferrari era più piccolo rispetto a quelli delle altre vetture,

dunque la 641 sfruttava bene il fenomeno di effetto suolo grazie alla conformazione aerodinamica del corpo vettura.

Per il resto poteva contare sulle innovative sospensioni push rod e su di un telaio molto leggero.

La 641 era munita del classico V12 Ferrari propulsore, che come il resto dell'auto era derivato dalla 640.

Il regolamento tecnico imponeva una cilindrata totale massima di 3500 cm³: gli ingegneri modenesi sfruttarono al massimo questa regola, realizzando un motore di 3497,96 cm³

che, in configurazione da qualifica, nel corso della stagione arrivò a sprigionare 710 CV a 13.800 giri al minuto.

Il V12 montato sulla 641 F1 verrà poi utilizzato come base per l'unità con cui equipaggiare la Ferrari F50, supercar stradale prodotta nel 1995 per celebrare il cinquantenario

della casa del Cavallino.

GP Replicas celebra questa splendida vettura

Il modello è in edizione limitata a soli 500 pezzi.

Prodotto in resina, su base nera tipo carbonio, con targhetta metallica con incise le informazioni del modello

Produttore GP Replicas
Scala 1:18
Tipologia F1
Colore Rosso
Anno 1990
Edizione Limitata 500 pezzi
Casa Costruttrice Ferrari
Pilota Nigel Mansell
Numerazione #2
Materiale Resina Senza Parti Apribili

articoli Correlati