Alfa Romeo Alfetta 159M 1951 Gran premio di Svizzera Juan Manuel Fangio 1:18

249,95 €

TM18-147C

Nuovo prodotto

disponibile

  • Tecnomodel
  • Edizione Limitata
  • Juan Manuel Fangio 
  • Swiss 1951
  • Bellissima

Alfa Romeo Alfetta 159 F1 1951 Winner Swiss GP Juan Manuel Fangio 1:18 (Tecnomodel TM18-147C)

L'Alfa Romeo 159 deriva dalla Alfa Romeo 158, dominatrice dei Grand Prix dal dopoguerra a tutto il 1950, e, della sua illustre antenata, riprende l'impostazione generale, tranne

che per la sospensione posteriore, che è ora del tipo De Dion, soluzione complessa e costosa, ma che i tecnici della casa milanese ritengono necessaria per potere scaricare a

terra tutta la potenza del motore, che è notevolissima.

Basti pensare che al suo debutto ufficiale, nel Gran Premio d'Italia del 3 settembre 1950 ultima gara del mondiale 1950 di Formula 1 il motore, un 8 cilindri in linea di 1500 cm³,

alimentato con un compressore volumetrico Roots a due stadi, sviluppa ben 425 cavalli, a 9.300 giri/minuto, che arriveranno a 450 a 9.500 giri/minuto nel Gran Premio di

Spagna, ultima e decisiva prova del mondiale 1951 di Formula 1.

Anche gli altri numeri di questa monoposto sono da record: il peso è di soli 710 kg, il rapporto peso/potenza, al debutto, è di 1,67 kg/cv, la capacità dei serbatoi, con l'adozione

di due serbatoi laterali supplementari è di 300 litri ma si giungerà anche ai 320 litri, nel Gran Premio di Gran Bretagna, ed ai 350 litri del Gran Premio del Belgio, la velocità di

punta è di 305 km/h. Anche il consumo di carburante era da record: l'Alfa Romeo 159 percorreva 580 metri con un litro.

Il Gran Premio di Svizzera 1951 fu la prima prova del Campionato mondiale di Formula 1 1951 e si è svolse sul circuito di Bremgarten il 27 maggio 1951

Il secondo mondiale di Formula 1 incredibilmente aveva due gare in 3 giorni, la prima in Svizzera il 27 maggio e la seconda ad Indianapolis, mercoledì 30 maggio.

La sfida è tutta italiana tra le Alfa Romeo e le Ferrari, pronte a darsi battaglia e gia dalle qualifiche non c'è storia: le Alfa a Bremgarten sono più veloci

nonostante Villoresi qualifichi la sua Ferrari in prima fila dietro a Fangio e Farina.

Dietro di loro nella griglia 3-2-3 c'erano Sanesi e de Graffenried (entrambi su Alfa).

Piove in gara e Fangio va in testa, seguito da Farina.

Piero Taruffi, pilota della Ferrari, sorpassa alcuni avversari fino a giungere terzo e lottare per la testa.

Fangio entra ai box ma Farina ha deciso di non fermarsi e continuare ma Fangio è più veloce, ritornando primo e vincendo con più di un minuto su Taruffi

che riuscì come l'argentino a superare Farina.

Sanesi e de Graffenried finiscono quarto e quinto con Ascari, che era convalescente dalle ustioni subite in una gara di Formula 2 a Genova il weekend precedente, sesto.

Il 7º posto doveva andare a Stirling Moss al volante della HWM di F2 ma finì la benzina all'ultimo giro facendosi sorpassare dal monegasco Louis Chiron su Maserati.

Tecnomodel celebra l'asso argentino e la sua storica vittoria con questo modello in scala 1:18 prima volta in questa scala 

Il modello è su base in pelle nera in edizione limitata

Produttore Tecnomodel
Tipologia F1
Colore Rosso
Anno 1951
Edizione Limitata 425 pz
Casa Costruttrice Alfa Romeo
Pilota Juan Manuel Fangio
Numerazione 24
Gara Gran Premio di Svizzera 1951
Materiale Resina Senza Parti Apribili
Contenitore Scatola Antirottura

articoli Correlati