scala-1-18

Fiat Abarth 1000 TCR 1970 Grigio / Strisce Rosse 1:18

259,95 €
Tasse incluse
  • Edizione Limitata
  • Qualità Autoart
  • Portiere, cofano e portabagagli apribili
  • Ruote sterzanti
  • Capolavoro
Quantità
Ultimi articoli in magazzino

Fiat Abarth 1000 TCR 1970 Grigio / Strisce Rosse 1:18 (Autoart 72641)

La Abarth è una casa automobilistica italiana, fondata il 31 marzo 1949 dall'ingegnere italo-austriaco Carlo Abarth e dal pilota Guido Scagliarini.

Nata come scuderia sportiva per la produzione di autovetture sportive di piccola cilindrata, deve il suo successo soprattutto alle marmitte omonime.

Nel 1971 Abarth viene acquisita dalla Fiat e nel 1979 : con Fiat, Lancia, Autobianchi e Ferrari, diviene marchio di Fiat Auto Spa.

Una delle più importanti elaborazioni fu nel 1962 la 850 a cui fu affiancata dalla FIAT-Abarth 1000 derivata dalla FIAT 600, ma aveva il motore di 982 cm³, con 60 cavalli CUNA.

La FIAT-Abarth 1000 ovvero la TC  con 85 CV di potenza e la TCR con testata radiale in grado di raggiungere i 115 CV. nata in un momento magico per l’automobilismo italiano.

Ancora oggi stupisce, affascina e indica una via da seguire, come dimostrano le Punto e 500 Abarth presentate negli ultimi anni.

Ultimo e più inatteso stadio dello sviluppo di un’idea che in poco più di un decennio fece aumentare la potenza della Fiat 600 dagli originali 21,5 a 95 CV; 

la velocità a più del doppio: da 95 km/h scarsi a oltre 200 km/h. toccata in quell'epoca solo dalle supercar

Oltre che sulla potenza e sulla velocità, il piccolo mostro costruì il proprio mito sull’assetto abbassato con sospensioni speciali, pneumatici molto larghi 

parafanghi di conseguenza molto pronunciati.

Tutto ciò conferì alla vettura non soltanto un aspetto molto grintoso, ma anche un comportamento stradale non facile da interpretare ma assai efficace per i piloti che riuscivano a capire come domarla.

Un’altra parte del mito nacque dalla livrea giocata su colori esclusivi e decorazioni insolite.

Le tinte e i fregi non sono paragonabili a quelli delle sgargianti auto da corsa d’oggi, eppure nella loro semplicità riuscirono a comunicare che dentro le forme prese da una

tranquilla utilitaria vibrava l’anima insidiosa e pungente dello scorpione nero che nobilitava la calandra.

Le principali novità tecniche delle Abarth 1000 Gr.2/70 furono la testa radiale e le sospensioni posteriori con bracci modificati.

La testa radiale, per la quale Abarth chiese l’omologazione nel 1968, era una vecchia conoscenza per gli appassionati dello Scorpione.

Debuttò nell’autunno 1965 con il motore della Fiat Abarth 1000 OTR nella scocca della Fiat 850 Coupé.

La nuova testa non derivò da modelli Fiat, ma fu ideata e costruita interamente dalla Abarth.

La sua peculiarità sono le camere di scoppio formate da due calotte emisferiche contigue: la più piccola ospita la valvola di aspirazione, la più grande la valvola di scarico.

L’ammissione della colonna gassosa avviene tramite quattro condotti singoli serviti da due carburatori a doppio corpo.

Così il riempimento delle camere di scoppio è migliore, dato che non ci sono le contropressioni che caratterizzano il flusso nei condotti gemellati nella testa originale della 600.

72641
1 Articolo

Scheda tecnica

Produttore
Auto Art
Scala
1:18
Tipologia
Auto Sportiva
Colore
Grigio
Anno
1970
Edizione Limitata
si
Casa Costruttrice
Fiat
Materiale
Composito ABS con parti mobili ed apribili
Contenitore
Scartola Vetrina

Prodotti nella stessa categoria

49,95 €
Bellissima riproduzione di un allestimento Hippie Ottima qualità Dettagli eccellenti Novita assoluta Produzione Lucky Diecast

59,95 €
Qualità Norev Modello in metallo Fedele all'originale Fissato su base in plastica Scatola Vetrina
Porsche 911 S Targa 1973 Clair Blue 1:18
  • Non disponibile

69,95 €
Qualità Norev Modello in metallo con aperture Fedele all'originale In scatola vetrina  Porsche: 911