scala-1-18

BMW 635 CSi Bavaria Automobiles 8th 24h Spa 1985 Claude Ballot-Léna - René Metge - Jean-Claude Andruet 1:18

129,95 €
Tasse incluse
  • Minichamps
  • Stampo Chiuso
  • Edizione Limitata
  • Scatola Vetrina 
  • BMW Official
Quantità
Ultimi articoli in magazzino

BMW 635 CSi Bavaria Automobiles 8th 24h Spa 1985 Claude Ballot-Léna - René Metge - Jean-Claude Andruet 1:18 (Minichamps 155852513)

La sigla BMW E24 identifica la prima generazione della Serie 6, un'autovettura di fascia alta prodotta dal 1976 al 1989 dalla casa automobilistica tedesca BMW.

Considerata ancor oggi come la più affascinante tra le serie 6, la E24 rimane effettivamente assai efficace dal punto di vista estetico anche in epoche di gran lunga successive.

A contribuire a tale efficacia nel design concorrono l'affilato frontale spiovente ed inclinato, con doppi fari circolari, una caratteristica delle BMW disegnate da Bracq negli anni Settanta.

Tale frontale, che valse alla E24 il soprannome di "squalo", era solo uno degli aspetti che rendeva filante il disegno del corpo vettura.

In effetti, al muso spiovente ed inclinato in avanti, faceva eco il disegno della coda, anch'esso inclinato, in modo tale che, osservando la vettura di profilo, questa sembrava

come in procinto di scattare in avanti.

L'abitacolo, lussuoso e sportivo allo stesso tempo, faceva sfoggio dei sedili anteriori avvolgenti e rivestiti in pelle, così come quelli posteriori, che però offrivano meno

abitabilità, come spesso avviene su vetture di questo tipo.

In ogni caso, il sedile del conducente era regolabile anche in altezza, così come regolabile era anche il volante.

Assai moderno il disegno della plancia, progettata in funzione dell'ergonomia e della praticità di utilizzo. Essa era leggermente orientata verso il pilota, e comprendeva tra

l'altro un check control ad otto tasti.

La struttura portante della Serie 6 E24 era strettamente derivata da quella della prima generazione della BMW Serie 5, ossia la E12, almeno per quanto riguarda la prima

fase della produzione.

La scocca seguiva quelli che all'epoca erano i più moderni ed avanzati criteri di sicurezza, questo per soddisfare le normative USA, molto più severe di quelle adottate nel

Vecchio Continente.

Nel luglio del 1978, venne introdotta la 635 CSi, equipaggiata da una versione monoalbero del potente 6 cilindri da 3.5 litri montato un paio di anni prima sulla M1.

Con i suoi 218 CV di potenza massima ed una velocità di punta pari a 225 km/h, la 635 CSi fu al suo debutto la coupé tedesca a quattro posti più veloce in circolazione.

A differenza delle altre due versioni della gamma E24, la 635 CSi montava un cambio manuale a 5 marce, accolto con maggiori consensi dal pubblico, che non aveva mai

visto di buon occhio il cambio a sole 4 marce montato sui modelli 630 CS e 633 CSi.

Sempre nel 1978, ma qualche mese dopo, e precisamente a novembre, la 630 CS venne sostituita dalla 628 CSi, dotata del 2.8 già montato sulla 528i E12, un'unità da 2788

cm³ con alimentazione ad iniezione elettronica ed in grado di erogare 184 CV. Con l'uscita di produzione della 630 CS, tutta la gamma E24 diventò ad iniezione.

Nel 1979, vi furono aggiornamenti di dettaglio, tra cui i più importanti furono l'ingresso del dispositivo ABS nella lista optional ed una lievissima rivisitazione della plancia, ora

dotata di un orologio digitale.

Anche il 1980 non vide aggiornamenti di rilievo, se non all'elettronica di gestione della 635 CSi.

Nel 1981 vi furono invece alcuni ritocchi estetici, come il paraurti posteriore più avvolgente ed i nuovi cerchi in lega BBS, sempre da 14 pollici, ma dal nuovo disegno.

Nei Campionati Europei Turismo di gran parte degli anni ottanta, vennero utilizzati anche modelli E24 per le gare.

Nel 1980, nonostante la presenza di tali modelli in gara, il titolo fu vinto da una Serie 3, che in ogni caso portò il trionfo alla Casa di Monaco.

Maggiore gloria arrise alle due BMW 635 CSi pilotate l'anno successivo dal tedesco Helmut Kelleners e dall'italiano Umberto Grano.

Il team BMW si aggiudicò cinque vittorie su otto con queste vetture e con i suoi piloti, vincendo questa edizione del Campionato Europeo Turismo.

Nel 1983, la 635 CSi bissò il successo, oltre a vincere anche la 24 Ore di Spa di quell'anno.

Nel 1984 la 635 CSi di Volker Strycek si aggiudicò la prima edizione del Campionato Tedesco Produzione. Nei due anni successivi, però, la vettura non andò oltre la terza

posizione.

Minichamps celebra questa splendida vettura della casa bavarese in edizione limitata stampo chiuso

BMW 635 CSi Bavaria Automobiles 8th 24h Spa 1985 Claude Ballot-Léna - René Metge - Jean-Claude Andruet 1:18

155852513
1 Articolo

Scheda tecnica

Produttore
Minichamps
Scala
1:18
Tipologia
Auto da Gara
Colore
Livrea Sponsor
Anno
1984
Edizione Limitata
300 pz
Casa Costruttrice
BMW
Numerazione
#9
Contenitore
Scatola Vetrina

Prodotti nella stessa categoria

99,95 €
Qualità Ottomobile  Modello in Resina Fedele all'originale Edizione Limitata 2000pz Non apribile